Tutto il fascino della movimentazione di prodotti freschi con l'automatizzazione dei magazzini

written by IFCO SYSTEMS, 3rd Dicembre 2018, in Casi di riferimento

Veloce e precisa, l’automatizzazione dei magazzini pone rimedio a una serie di vincoli della catena di approvvigionamento. E i contenitori in plastica riutilizzabili IFCO sono ideali per i sistemi automatizzati, perché proteggono frutta e verdura anche in condizioni estreme.

Guarda gli RPC IFCO in azione presso il centro logistico di SOK/Inex OY a Sipoo, in Finlandia.

Mikko Kymäläinen ha solo 24 ore per distribuire le mini patate nei negozi in Finlandia. In caso contrario, l’esposizione all’aria ispessirebbe la pelle quasi traslucida del primo raccolto. Successivamente questi ortaggi non sono più così teneri e perdono addirittura le peculiarità della loro categoria potendo quindi essere venduti solo come patate "giovani". Solo la massima velocità, insieme ad una movimentazione precisa, può impedire che questo accada. Come responsabile della logistica del magazzino automatizzato SOK/Inex Oy, Kymäläinen svolge un ruolo cruciale per consegnare la tradizionale specialità vegetale finlandese, chiamata varhaisperuna, in tempo, confezionata in modo sicuro nei contenitori in plastica riutilizzabili (RPC) di IFCO.

Sito nell’estremo nord dell’Europa, il gruppo SOK, il maggior rivenditore finlandese, sta guidando la tendenza verso i magazzini automatizzati. Da metà 2017, la sua società partner interamente controllata, Inex Oy, ha gestito un magazzino completamente automatizzato per gli alimenti freschi. Questo centro logistico con sede a Sipoo, in Finlandia, distribuisce quasi il 50% di tutti i generi alimentari venduti nel paese. Quasi un milione di contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO trasportano frutta e verdura fresca attraverso questo magazzino ogni mese. Alcuni degli RPC contengono i delicati tuberi finlandesi che prendono la loro prima boccata d’aria.

II dettaglianti affrontano la loro corsa quotidiana per portare frutta e verdura ai consumatori in tempi rapidi, cercando di contenere il più possibile eventuali danni e sprechi. Gli operatori dei magazzini devono anche occuparsi dei fattori della catena di approvvigionamento tra cui l’aumento del costo del lavoro. Allo stesso tempo, sono tenuti a ridurre i possibili rischi per i lavoratori in merito alle tensioni muscolo-scheletriche, limitando ad esempio il peso delle cassette. Alcuni dettaglianti stanno optando per l’automatizzazione del magazzino per risolvere la situazione. "L’automatizzazione del magazzino è sinonimo di precisione, velocità ed efficienza", spiega il CEO di IFCO Wolfgang Orgeldinger. "E gli RPC di IFCO si adattano in modo ottimale alle esigenze specifiche di tale processo".

Le patate fresche del campo, di appena sei-otto settimane, arrivano allo stabilimento con un camion, già confezionate negli RPC IFCO. Come per tutte le merci in arrivo, i magazzinieri controllano i contenitori. Possono manipolare campioni di prodotto, controllarne per la compattezza o ispezionarli per verificare la presenza di ammaccature e di muffa. Dopo il controllo qualità, i codici a barre degli RPC IFCO vengono automaticamente letti dal sistema, che annota il tipo di cassa e il suo contenuto. Pronti per la stazione successiva.

Casi di riferimento

Perché i contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO sono ideali per i sistemi automatizzati dei magazzini

I contenitori robusti, impilabili e standardizzati sono ottimali per i sistemi automatizzati. E gli RPC IFCO offrono questi vantaggi.

continua a leggere

Caratteristiche del contenitore

Con i magazzini automatizzati, i contenitori strisciano attraverso un complesso meccanismo di trasportatori a un metro al secondo. Per funzionare efficientemente, tali sistemi automatizzati richiedono casse standardizzate, assolutamente stabili e impilabili. La vasta gamma di contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO, che soddisfano le esigenze dei vari tipi di prodotti, hanno tutti lo stesso ingombro. Questa caratteristica, insieme alla loro robusta costruzione, garantisce pertanto un impilaggio sicuro. "Il cliente voleva in particolare evitare inclinazioni" spiega Wolfgang Orgeldinger, CEO di IFCO. "In questo caso, quindi, gli RPC IFCO offrivano chiaramente la soluzione migliore".

La buccia di una mini patata ha una reazione di ispessimento all’aria, ma tutta la frutta e la verdura respira e suda. Dentro al magazzino, l’umidità può raggiungere l’80%. "La forma e la stabilità delle casse sono fondamentali in un sistema automatizzato" afferma Mikko Kymäläinen. "Se l’imballaggio assorbe umidità e cede, diventa inutilizzabile nei sistemi automatizzati". Tuttavia, l’umidità non influisce sulla forma o sulla resistenza dei contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO, che sono resistenti all’acqua e forniscono un’eccellente aerazione. Questo aspetto è importante anche per il raffreddamento di frutta e verdura: ogni prodotto ha la sua temperatura ottimale e valori di temperatura troppo elevati o troppo bassi possono causare reazioni irreversibili. I danni da raffreddamento possono compromettere la struttura cellulare delle patate, per esempio. Durante l’immagazzinamento, l’ultima cosa di cui i dettaglianti hanno bisogno sono scatole che crollano o cedono, schiacciando la merce o facendola cadere dagli alti scaffali. Gli RPC IFCO in polipropilene, duraturi e robusti, proteggono il loro carico delicato e offrono un design ad incastro per un impilaggio stabile.

Gestione e preparazione ordini

Insieme alla stabilità, i contenitori usati nei sistemi automatizzati devono disporre di altre caratteristiche, tra cui la capacità di adattarsi ai vincoli dei trasportatori e di altre parti in movimento, per garantire un funzionamento efficace. Poiché i magazzini automatizzati sono progettati in base ai processi, i requisiti delle attrezzature possono influenzare altre caratteristiche essenziali dell’imballaggio. "I nostri clienti hanno ricevuto una gamma di RPC IFCO per provare i sistemi automatizzati", spiega Wolfgang Orgeldinger. "Essi scelgono uno specifico modello perché è più adatto ai trasportatori che volevano installare".

Il prossimo passo nel magazzino prevede lo spostamento dei contenitori all’area successiva, dove gli addetti al "layer picking" effettuano con precisione l’assegnazione delle spedizioni. Questo può essere il passo più difficile nella movimentazione dei prodotti. In un ambiente multi-imballaggio, le scatole e i contenitori spesso variano in dimensioni e forma, situazione che pone grandi sfide per gli addetti al "layer picking". Il responsabile della logistica di Inex Oy lMikko Kymäläinen sottolinea: "Monitoriamo i contenitori durante l’intero processo. Se la forma o le dimensioni variano a causa dell’umidità o della pressione durante uno qualsiasi dei passaggi, il sistema riconosce l’elemento in questione come un contenitore diverso".

Ecco perché la standardizzazione è fondamentale. Utilizzando gli RPC IFCO, con il loro ingombro standard, il "layer picking", operazione che separa i contenitori strato per strato negli ordini dei clienti, è un processo veloce, accurato e preciso. Allo stesso tempo, i movimenti della macchina sono eseguiti con cautela per evitare che la frutta si schiacci o la buccia delicata si danneggi. Per proseguire il delicato viaggio, gli RPC IFCO viaggiano su carrelli fino alla zona di pallettizzazione, dove vengono posizionati su pallet o palette a rulli. Ogni pila è poi avvolta in film estensibili di plastica per trattenere tutti i contenitori in posizione. Gli ordini sono poi convogliati verso l’uscita per essere caricati sui camion. Le patate ritorneranno presto in strada.

Casi di riferimento

La conservazione della qualità delle carni

Sediasa Alimentación, azienda spagnola specializzata nel sezionamento e nel confezionamento di carni destinate alla distribuzione, è tenuta ad aderire ai rigidi requisiti della catena del freddo. Impiegando gli RPC pieghevoli di IFCO, Sediasa Alimentación è in grado di rispondere a questa sfida.

continua a leggere

Partner nell’automatizzazione dei magazzini

Con i sistemi di automatizzazione per magazzini, le operazioni a Sipoo si svolgono senza difficoltà, utilizzando i contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO per circa il 70% dei prodotti freschi e per il pane. Circa 21.000 articoli diversi – unità di stoccaggio – si spostano attraverso il sistema di automatizzazione dei magazzini. "Puntiamo a consegnare la maggior parte della frutta e della verdura con gli RPC IFCO. Il nostro obiettivo è 15-16 milioni di RPC IFCO all’anno entro la metà del 2019". Mikko Kymäläinen è convito di aver fatto la scelta giusta.

Tuttavia l’automatizzazione dei magazzini deve affrontare ancora delle sfide, principalmente per quanto riguarda i costi e i rischi di investimento. "Forse siamo i cavalieri solitari del settore," afferma il responsabile della logistica Kymäläinen, con un sorriso. Ciononostante, consiglia ai responsabili della logistica negli altri Paesi europei di seguire l’esempio della sua società e considerare l’introduzione di sistemi automatizzati. "Vi sorprenderebbe sapere quanti prodotti potete gestire con i sistemi automatizzati".

Ora i contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO si spostano attraverso il magazzino automatizzato di Sipoo, perfettamente sincronizzati, proprio come la cooperazione tra IFCO e i suoi partner. "Collaboriamo a stretto contatto con i clienti per evitare sorprese", riferisce il CEO di IFCO Wolfgang Orgeldinger. "È importante essere coinvolti nella fase iniziale". Questo ha contribuito al lancio e al corretto funzionamento del magazzino. Mikko Kymäläinen elogia la cooperazione con il leader mondiale del mercato degli RPC per il competente servizio di assistenza clienti, nonché per la flessibilità e la sostenibilità offerte durante l’intero processo: "IFCO è sempre a nostra disposizione".

Inoltre, grazie alla rapida distribuzione tramite il sistema automatico del magazzino di SOK/Inex Oy, gli abitanti della Finlandia possono gustare i prodotti più freschi, compresi i primi lotti di patate gialle che gli RPC IFCO hanno trasportato dal campo ai dettaglianti in meno di un giorno. I coltivatori, i responsabili della logistica, i dettaglianti e altri specialisti della catena di approvvigionamento si affidano ad IFCO perché tratta i loro preziosi prodotti con la massima cura.

Questi articoli saranno anche interessanti per voi

Maggiore efficienza per l’impresa argentina La Anónima grazie agli RPC per carni IFCO

continua a leggere

Perché i contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO sono ideali per i sistemi automatizzati dei magazzini

continua a leggere