Lift Lock IFCO: efficienti, ergonomiche e moderne

written by IFCO SYSTEMS, 16th Aprile 2020, in Stories

Espressamente concepite per trasportare e proteggere prodotti alimentari deperibili, i contenitori in plastica riutilizzabili IFCO Lift Lock consentono di svolgere le operazioni di movimentazione secondo modalità economiche ed efficienti. Scoprite come la Lift Lock si è affermata come prodotto di punta del sistema di pooling IFCO in Europa.

Il fornitore di servizi di pooling IFCO SYSTEMS vantava già una posizione di leader di mercato quando ha deciso di dare una nuova veste ai suoi popolari contenitori in plastica riutilizzabili (RPC). Anastasios Papadopoulos, Direttore gestione asset nonché responsabile del team europeo di ingegneria del prodotto, che ha provveduto al lancio e all’introduzione del nuovo modello nel 2013, ricorda come inizialmente alcuni clienti abbiano avuto bisogno di un po’ di persuasione per accettare il design sottile dei nuovi RPC.

"Una volta ripiegata, la Lift Lock risulta molto più sottile rispetto al suo predecessore, la Green Plus: con uno spessore di appena 28 millimetri, è uno degli RPC più piatti disponibili in Europa," dichiara Papadopoulos. "Di conseguenza, alcuni clienti nutrivano dubbi in merito alla robustezza del nuovo prodotto". Tuttavia, una volta che hanno iniziato a usare i nuovi RPC, lo scetticismo iniziale è svanito. Sono state le caratteristiche del prodotto a convincerli: "In particolare, il fatto che gli RPC Lift Lock possono essere aperti e chiusi più velocemente", aggiunge Papadopoulos. "Questa funzionalità consente alla clientela di incrementare la produttività".

La Lift Lock deve il suo nome al meccanismo "attivo" brevettato di apertura e chiusura . Sollevando leggermente ciascuna barra di chiusura, anche con le mani guantate, gli utenti possono aprire e chiudere gli RPC IFCO con "un movimento naturale della mano", spiega Papadopoulos. Questa facilità di utilizzo ha segnato un netto cambiamento rispetto ai dispositivi di cui sono solitamente muniti altri RPC, che si aprono o chiudono con uno scatto quando viene applicata pressione. Sfortunatamente, ciò ha talvolta fatto sì che imballatori o magazzinieri prendessero a calci le cassette con i loro pesanti stivali per chiuderle o usassero martelli per chiudere le pareti laterali dei contenitori. Introducendo un sistema di chiusura ergonomico e di facile utilizzo, IFCO ha altresì incoraggiato modalità più appropriate di movimentazione degli RPC.

Impilaggio efficiente e design funzionale

Uno dei principali motivi che hanno spinto alla creazione della Lift Lock consisteva nell’obiettivo di ridurre lo spessore degli RPC IFCO una volta ripiegati. Uno spessore inferiore consente di incrementare il numero di RPC che trovano posto su un Europallet 80×120: 320 (60 x 40 cm) o 640 (40 x 30 cm) contenitori Lift Lock ripiegati, rispetto ad esempio alle 304 o 608 unità di altre soluzioni di pooling. Più RPCs per catasta si traduce in un minor numero di pallet per ciascuna spedizione,con conseguente risparmio di denaro e riduzione delle emissioni. Vista la possibilità di impilare su ciascun pallet un numero superiore di RPC Lift Lock, si è provveduto ad aggiungere un bordo a ciascuna piastra di base degli RPC IFCO al fine di garantirne l’abituale, sicura impilabilità.

Protezione del prodotto

Anche le pareti delle cassette sono state leggermente arrotondate. Non si tratta di un semplice intervento estetico: questa particolarità consente infatti a frutta e verdura, con le loro curve naturali, di adattarsi perfettamente all’interno degli RPC, con conseguente garanzia di un’eccezionale protezione grazie alla riduzione dei danni causati dall’attrito. La lieve curvatura contribuisce inoltre a una maggiore modernità del design, continuando nel contempo a garantire l’abituale affidabilità termica degli RPC grazie a una ventilazione ottimale.

L’estetica

D’altro canto, l’estetica può essere un ottimo motivo per modificare l’aspetto di un prodotto, ed è stata proprio questa considerazione a spingere IFCO a introdurre la tonalità nera nell’ambito della linea Lift Lock. Benché il verde venga tradizionalmente associato alle piante e alla natura, l’impiego di una tonalità essenziale come il nero fa sì che i colori di frutta e verdura (rosso, giallo, verde, viola o bianco) appaiano più luminosi e vivaci. Da un punto di vista pratico, eventuali graffi sugli RPC risultano meno evidenti di quanto lo sarebbero su pannelli laterali o di base di una tonalità più chiara.

"L’impiego di una tonalità essenziale come il nero fa sì che i colori di frutta e verdura (rosso, giallo, verde, viola o bianco) appaiano più luminosi e vivaci."

Soluzione ideale per i sistemi automatizzati

Un ulteriore obiettivo in fase di sviluppo del prodotto Lift Lock consisteva nel garantire che questi contenitori in plastica riutilizzabili risultassero in grado di far fronte a tutte le esigenze introdotte dall’utilizzo sempre più frequente di sistemi automatizzati. Il team IFCO responsabile dello sviluppo delle applicazioni in materia di imballaggio consulta regolarmente clienti e ingegneri meccanici al fine di adattare i processi di automazione agli RPC IFCO e viceversa. "Ad esempio, la struttura dei trasportatori (a nastro o a rullo), il grado di inclinazione, l’altezza di eventuali moduli di transizione e la direzione del flusso delle merci sono tutti aspetti da considerare", spiega Papadopoulos.

Un altro elemento di cui tener conto nei centri di distribuzione altamente automatizzati per merci deperibili consiste nel materiale dei contenitori movimentati. Se vi trovate all’interno di un magazzino automatizzato dove vengono movimentate soluzioni di imballaggio di vari tipi, potrete probabilmente identificare i contenitori IFCO dal suono che producono… o piuttosto non producono. Sui trasportatori in metallo, il rumore prodotto dai contenitori IFCO è inferiore rispetto a quello di analoghi imballaggi in plastica. Gli RPC Lift Lock risultano meno rumorosi anche quando impilati in tutta fretta (o addirittura lasciati cadere) da macchinari o persone. All’apertura degli RPC IFCO, le linguette agli angoli scattano in posizione con un clic che offre una rassicurante sensazione di solidità.

Queste caratteristiche sono dovute al resistente polipropilene utilizzato per gli RPC, nonché allo spessore e alla struttura delle pareti laterali e della piastra di base. Unitamente al design, il materiale, idoneo all’uso nel settore alimentare e resistente alle radiazioni UV, offre il giusto equilibrio fra flessibilità e stabilità, risultando né troppo rigido né troppo flessibile ed evitando dunque fenomeni sia di fessurazione che di insaccamento. Questa caratteristica è particolarmente importante.

Che sia vuoto o pieno, l’RPC deve essere caratterizzato da dimensioni estremamente precise al fine di garantire un impilaggio sicuro e una movimentazione efficiente. Questo requisito è altresì fondamentale per i processi automatizzati. Con quasi 300 milioni di RPC IFCO nel sistema di pooling globale, una differenza di formato pari anche solo a 1 mm può avere enormi ripercussioni sulla capacità dei sistemi in questione di riconoscere le soluzioni di imballaggio, dal momento che molti di essi fanno uso di sistemi di misurazione laser o tramite fotocamera al fine di individuare le cassette utilizzate per il trasporto di generi alimentari.

Casi di riferimento

Perché i contenitori in plastica riutilizzabili di IFCO sono ideali per i sistemi automatizzati dei magazzini

I contenitori robusti, impilabili e standardizzati sono ottimali per i sistemi automatizzati.

continua a leggere

Etichette Lift Lock a prova di futuro

Considerato come nei prossimi anni vedranno sicuramente un incremento dell’automatizzazione e digitalizzazione nell’ambito della catena di fornitura alimentare, gli RPC Lift Lock sono già a prova di futuro. "È impossibile quantificare con esattezza la rapidità degli sviluppi futuri", commenta Papadopoulos. Al fine di garantire trasparenza in merito ai contenuti delle cassette nonché alle stesse risorse di pooling, ciascuna Lift Lock è dotata di un’etichetta Data Matrix univoca individualmente rintracciabile. L’etichetta è permanentemente fusa in un riquadro sull’RPC, evitando dunque danni durante qualsiasi fase della catena di fornitura, lavaggio e sanificazione compresi.

Partendo dalla fase del raccolto, i produttori possono "abbinare" le proprie merci agli RPC Lift Lock IFCO scannerizzando il codice. Questi dati di identificazione accompagnano ciascuna cassetta durante le fasi di spedizione, distribuzione in magazzino, picking e vendita al dettaglio. Una volta venduto il contenuto della cassetta, il codice Data Matrix torna a essere disponibile. Oggigiorno, in fase di raccolta e distribuzione dei prodotti la maggior parte dei coltivatori utilizza sottili etichette in cartone per identificare la merce e il suo luogo di origine.

Linguette appositamente progettate sui lati brevi di ciascun RPC IFCO mantengono queste etichette identificative saldamente in posizione lungo l’intero viaggio dal produttore al rivenditore. In alcuni casi, i clienti fanno uso di etichette autoadesive che coprono le barre mobili della Lift Lock o lasciano residui. Però, le etichette adesive possono pregiudicare il funzionamento del meccanismo Lift Lock o lasciare un residuo tale da compromettere l’apparenza altrimenti perfettamente integra degli RPC IFCO in seguito alle operazioni di lavaggio e di sanificazione. Ecco perché l’uso di etichette non autoadesive rappresenta un vantaggio per tutti.


Dalla fondazione dell’azienda nel 1992, la linea di RPC IFCO è arrivata a contare oltre 70 prodotti. I contenitori in plastica riutilizzabili Lift Lock sono disponibili in vari formati e colori: nero o verde per i prodotti agricoli freschi, rosso per la carne e marrone per il pane. Al momento di ottimizzare nuovi RPC o di lanciare nuovi modelli, IFCO introduce funzioni innovative come il meccanismo Lift Lock al fine di consentire alla clientela di provvedere al trasporto sostenibile di merci deperibili secondo modalità più efficienti ed economiche. Wolfgang Orgeldinger, CEO di IFCO, aggiunge: "Abbiamo dedicato particolare attenzione allo sviluppo dei prodotti, cosa che ha portato alla creazione di famiglie di prodotti come i nostri RPC Lift Lock, in grado di garantire lo svolgimento delle operazioni di movimentazione secondo modalità semplici e sicure".

Questi articoli saranno anche interessanti per voi

Sostituzione dei rifiuti monouso con soluzioni in plastica riutilizzabili

continua a leggere

Continuing safety in sourcing and packaging during the COVID-19 pandemic

continua a leggere

Garanzia di freschezza dei prodotti da forno con gli RPC Brown Lift Lock IFCO

continua a leggere