Analisi-approfondita-end-to-end-dell’efficienza-in-termini-di-costi-nella-catena-di-fornitura

written by IFCO SYSTEMS, 2nd Dicembre 2021, in Storie

Ad un livello superficiale, il calcolo dei costi di imballaggio può apparire una procedura piuttosto semplice. Al fine di garantire un’efficienza sostenibile in termini di costi nella catena di fornitura, è tuttavia necessario considerare vari fattori di costo, che vanno al di là delle semplici spese di acquisto. Le analisi end-to-end effettuate da IFCO evidenziano costantemente significativi risparmi sui costi e rapidi risultati a garanzia di un indubbio vantaggio competitivo.

Migliori pratiche volte all’incremento dell’efficienza in tutte le fasi della catena di fornitura

Quando si parla di imballaggi, i costi di acquisizione rappresentano davvero solo la punta dell’iceberg. I costi legati all’utilizzo del tipo sbagliato di imballaggio vengono spesso dimenticati, così come i vantaggi offerti dall’impiego di imballaggi adeguati. Avendo adottato un approccio olistico in una serie di studi end-to-end dedicati al settore delle derrate alimentari fresche, IFCO si trova in una posizione ideale per raccomandare le migliori pratiche in materia di imballaggi. Uno studio e un’analisi dei costi end-to-end IFCO si sofferma sull’intera catena di valore degli imballaggi e garantisce un’efficienza sostenibile in materia di costi nell’ambito della catena di fornitura.

"Essendo tutti esperti del settore, i membri del mio team possono vantare conoscenze che vanno dalla fase del raccolto fino agli scaffali dei rivenditori", spiega Bryan Tate, Vice President Category Management, North America. "Grazie alla nostra personale esperienza, siamo in grado di valutare esattamente l’impatto positivo degli RPC sulla catena di fornitura delle derrate e dei prodotti alimentari freschi."

Efficienza in termini di costi in fase di incremento nella catena di fornitura

Oltre alla possibilità di uno studio end-to-end individuale, IFCO è anche in grado di fornire documentazione scientifica indipendente in grado di dimostrare l’impatto dei contenitori in plastica riutilizzabili sull’efficienza dei costi nella catena di fornitura.
Sia il Fraunhofer Institute for Material Flow and Logistics in Germania che la California Polytechnic State University negli USA hanno effettuato ricerche approfondite in merito all’efficienza in termini di costi degli RPC IFCO, riuscendo a quantificare i risparmi con notevole esattezza.

Nel complesso, hanno concluso gli studi, passare alle RPC IFCO consente risparmi potenziali del 23% sulle spese generali di imballaggio, in particolare grazie alla riduzione dei costi di movimentazione, all’eliminazione degli sprechi o dei danni alimentari, nonché alla diminuzione dei costi di trasporto.

Se si passa all’analisi delle varie fasi della catena di fornitura, i risparmi sui costi diventano ancora più evidenti.

Raccolto

riduzione dei costi pari al 10% grazie a un processo di raffreddamento più rapido ed efficiente, alla diminuzione dei danni ai prodotti nonché alla riduzione dei costi di movimentazione.

Centri di distribuzione

risparmi pari al 25% grazie in parte allo snellimento delle attività di movimentazione, alla maggiore efficienza delle operazioni e alla riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari.

Trasporto

5% reduction in costs due to more efficient and secure stacking for more stable pallets, resulting in lower damage rates in transit.

Rivenditori

risparmi sui costi pari al 51% grazie alla riduzione degli sprechi alimentari, all’impiego di imballaggi pronti per l’esposizione sugli scaffali e alla ridotta necessità di movimentare i rifiuti di imballaggi.

Alcuni dei risultati dello studio sono apparsi incredibili, soprattutto per quanto riguarda i centri di distribuzione, IFCO RPCs resulted in between 9% and 226% faster processing times.

Scarica la nostra brochure sull’efficienza in termini di costi

Scarica ora

L’efficienza dei costi nella standardizzazione di una pila complessa

In che modo la scelta di imballaggi adeguati può ottimizzare l’efficienza in termini di costi al di là delle spese iniziali sostenute per l’acquisto? Per sottolineare i vantaggi offerti dalle RPC nell’intera catena di fornitura delle derrate alimentari fresche, Tate si serve di un efficace paragone.

"Uno degli spettacoli più affascinanti a cui mi capita di assistere è quello che mi piace chiamare il rimescolamento delle carte", spiega. "In magazzino vediamo arrivare centinaia di contenitori provenienti da aziende agricole diverse, che devono essere rapidamente suddivisi e movimentati. Quando si utilizzano contenitori monouso, i pallet risultanti assomigliano a mazzi di carte mischiate alla meno peggio. I pallet diventano pile instabili, disordinate e facilmente danneggiabili, dispendiose in termini di tempo e carico di lavoro."

"Per quanto ci si provi, è impossibile tenerle insieme", prosegue Tate. "Questi tortuosi processi non fanno che aumentare i costi di manodopera invece di ridurli, incrementando al contempo le possibilità di danni ai prodotti e di perdite. Grazie al loro formato standardizzato, le RPC IFCO offrono invece un’alternativa stabile e robusta. Ciò facilita e accelera il rimescolamento dei mazzi di carte, trasformandolo in una procedura di routine e garantendo un sostanziale incremento dell’efficienza in termini di costi e una riduzione dei costi di manodopera. I vantaggi in termini di costi di manodopera offerti dalle RPC IFCO valgono per tutte le fasi della catena di fornitura.

Eliminazione di fasi del processo per consentire risparmi sul fronte della manodopera

L’impiego di formati e dimensioni standardizzati si traduce in movimenti altrettanto standardizzati. Grazie al fatto che gli operatori si adattano inevitabilmente con notevole rapidità alla movimentazione agevolata delle RPC IFCO, i risparmi assumono ben presto un carattere cumulativo. Il nostro one-touch system. consente di stoccare le cassette IFCO con la massima facilità e di impilarle in maniera sicura. In confronto, gli imballaggi monouso comportano spesso numerosi passaggi dispendiosi in termini di tempo e carico di lavoro, soprattutto nelle ultime fasi della catena di fornitura.

"Quando si utilizzano scatole in fibra ondulata, le derrate alimentari vengono movimentate da un gran numero di persone prima che il cliente arrivi anche solo a vederle", spiega Jon Brooks, Vice President, Retail Sales in North America. "I prodotti vengono imballati, reimballati, disimballati, prelevati e posizionati negli espositori. Questi costanti processi di movimentazione richiedono tempo prezioso", aggiunge Brooks. "E ciascun tocco è potenzialmente in grado di danneggiare o contaminare i prodotti."

Provvedimenti volti a migliorare il servizio clienti e ridurre i costi

Invariabilmente, il sistema one-touch IFCO è particolarmente apprezzato presso i punti vendita. Il suo design ergonomico e intelligente consente agli addetti di sistemare gli espositori e rifornire gli scaffali secondo modalità più rapide ed efficienti. Le RPC IFCO possono essere facilmente spostate e posizionate, passando dunque direttamente dal magazzino al punto vendita. Le RPC vuoti vengono piegate e pallettizzate rapidamente, senza dover eseguire operazioni di imballaggio. Considerate le ripercussioni particolarmente onerose della pandemia sulle operazioni quotidiane nel settore retail e della catena di fornitura,

il fatto che queste funzionalità consentano di risparmiare tempo prezioso non devono essere sottovalutate: esse si traducono direttamente in un miglioramento del servizio clienti in negozio e in un’esperienza cliente a valore aggiunto.
In breve, esse consentono agli addetti di far fronte al meglio alle specifiche esigenze della clientela. Il personale rimane in negozio fornendo consulenza e assistenza, piuttosto che essere confinato nel retro con il compito di gestire i contenitori monouso.

Gli evidenti vantaggi di una movimentazione ridotta

Questo sistema one-touch offre inoltre ulteriori vantaggi, come sottolinea Julia Boulter, Senior Manager, IFCO Market Intelligence: "Le RPC IFCO possono essere esposte direttamente in negozio: in questo modo, le derrate alimentari fresche passano direttamente dai campi agli scaffali, senza alcun bisogno di movimentazione." Una volta che i prodotti lasciano il campo, gli unici a toccarli sono i clienti.

I risparmi hanno inizio sui campi, presso l’azienda agricola dove i prodotti vengono imballati, e proseguono per tutte le fasi della catena di fornitura. L’impatto accumulato del design intelligente, del sistema one-touch e della soluzione di pooling IFCO SmartCycle™. si traduce in un incremento sostanziale e sostenibile dell’efficienza in termini di costi.

“Le RPC IFCO possono essere esposte direttamente in negozio: in questo modo, le derrate alimentari fresche passano direttamente dai campi agli scaffali, senza alcun bisogno di movimentazione”

Julia Boulter

Senior Manager, IFCO Market Intelligence

Il valore end-to-end ha inizio con il pre-raffreddamento nei campi

Una fase essenziale della catena di fornitura dei prodotti freschi prevede il pre-raffreddamento, altrimenti detto "raffreddamento preliminare", delle colture, la cui finalità principale sta nella rapida eliminazione dai prodotti raccolti del calore generato nei campi. L’obiettivo consiste nel ridurre la temperatura a un livello ottimale ai fini di immagazzinaggio e trasporto. Quello del pre-raffreddamento è un processo di fondamentale importanza, in quanto riduce il tasso di traspirazione della frutta, inibisce la crescita dei microrganismi e prolunga la durata di conservazione.

"Una più rapida eliminazione attraverso gli imballaggi del calore generato in fase di raccolta ha un enorme impatto sulla produttività del coltivatore", dichiara Tate. "Abbiamo visto come, rispetto ai contenitori monouso, le RPC IFCO con le loro esclusive funzionalità di ventilazione siano in grado di accelerare il processo di raffreddamento del 12%-25%". Una più rapida riduzione della temperatura in fase di raccolto comporta una diminuzione dell’etilene prodotto e della perdita di idratazione durante il trasporto. Le caratteristiche ottimali delle RPC IFCO offrono ulteriori vantaggi durante le fasi successive della catena di fornitura.

L’impiego delle RPC riduce l’inefficienza in fase di spedizione

La movimentazione dei prodotti freschi in tutta sicurezza comporta spesso un delicato compromesso fra la creazione di condizioni ottimali per i prodotti freschi e la necessità di proteggerli in fase di trasporto.

La resistenza delle RPC IFCO, la loro integrità strutturale ottimale e il loro formato standardizzato consentono di impilare i prodotti sui camion in maniera sicura e risparmiando spazio. Ogni viaggio consente dunque il trasporto di una maggior quantità di prodotti freschi secondo modalità più sicure, con conseguente riduzione dei carichi respinti. In definitiva, tutti questi vantaggi comportano una riduzione del numero complessivo delle consegne, consentendo di ridurre gli spostamenti, il numero di camion utilizzati e le emissioni generate in fase di trasporto.

La nostra esperienza conferma come le RPC IFCO garantiscano altresì una riduzione delle perdite alimentari in fase di trasporto, incrementando quindi l’efficienza sostenibile in termini di costi nella catena di fornitura dei prodotti freschi. "I clienti che sono passati alle RPC IFCO segnalano un incremento delle spedizioni di prodotti freschi che giungono a destinazione intatte ed esenti dai danni", spiega Brooks. "La robustezza e il formato standard delle cassette le mantiene intatte durante la tratta logistica."

Come vengono calcolati esattamente i risparmi sui costi?

IFCO provvede a individuare i fattori di efficienza in termini di costi redigendo per i clienti uno specifico studio end-to-end. Questo tipo di studi analizza accuratamente i potenziali risparmi per ogni tipo di prodotto fresco, stagione e specifiche operazioni. I clienti che si occupano della movimentazione di avocado, ad esempio, hanno registrato risparmi pari a oltre 90 centesimi a cassetta, mentre con i pomodori i risparmi si aggirano in media sui 30-40 centesimi a cassetta.

Questi fattori di efficienza nella catena di fornitura riguardano altresì costi di manodopera, riduzione delle perdite e dei danni alimentari, costo dei trasporti e di imballatura.

Uno studio end-to-end IFCO analizza ogni singolo fattore di costo e punto di contatto durante le varie fasi della catena di fornitura, cercando di giungere a una stima affidabile dei risparmi sui costi e di ottimizzare l’efficienza. Ogni attività individuata, indipendentemente dalla sua entità, può avere sostanziali ripercussioni sui costi complessivi.

Quantificazione dei risparmi generati grazie a una maggiore efficienza delle operazioni di routine

"Abbiamo determinato che l’impiego di contenitori rigidi standardizzati offre molteplici vantaggi", spiega Tate. "Le operazioni di routine risultano più agevoli ed efficienti. Talvolta, la differenza offerta dall’impiego di un contenitore rigido in una delle operazioni in questione è questione di microsecondi.

"Consideriamo, ad esempio, gli autisti dei carrelli a forca. Se sono certi della stabilità e sicurezza del loro carico, possono aumentare leggermente la velocità di guida", prosegue Tate. "Nel lungo termine, tutti questi mezzi secondi finiscono per contribuire sostanzialmente e in maniera sostenibile all’efficienza in termini di costi, nonché alla sicurezza e tranquillità di autisti e magazzinieri."

Ottimizzazione della sicurezza alimentare per minimizzare i rischi

La tranquillità non è cosa che si possa ignorare, soprattutto quando si parla di sicurezza e sostenibilità alimentare. Per i coltivatori, le RPC IFCO eliminano un grosso rischio, quello del richiamo dei prodotti. Il costo finanziario del danno alla reputazione risultante da problemi in materia di sicurezza alimentare è difficile da quantificare.
"Tenendo conto di quanto sopra, qualsiasi provvedimento finalizzato all’efficienza in termini di costi deve sempre comportare un miglioramento dell’igiene alimentare", aggiunge Tate. Quando si parla di sicurezza alimentare, IFCO non scende a compromessi." Il medesimo approccio chiaro ed esente da compromessi riguarda anche le questioni di sostenibilità.

Minimizzazione degli sprechi e ottimizzazione della sostenibilità

I danni ai prodotti trasformano le attività di produzione, raccolto, imballaggio e spedizione in una serie di costi irrecuperabili. Il processo genera ulteriori sprechi (di terra, energia, derrate alimentari e acqua) in un periodo in cui il nostro pianeta si trova già ad affrontare una serie di problemi in materia di rifiuti e riciclaggio, problemi che l’impiego di soluzioni di imballaggio inefficienti non fa che aggravare. I rifiuti generati in fase di imballaggio comportano la creazione di ulteriori rifiuti in altre fasi della catena di fornitura. E il cibo è semplicemente troppo prezioso per finire nelle discariche.

Ecco perché IFCO si impegna ad aiutare coltivatori, distributori e rivenditori a sottoscrivere e documentare i principi di sostenibilità in tutte le loro operazioni. Siamo in grado di offrire una stima annua dell’impatto complessivo dell’uso delle RPC IFCO. IFCO offre a rivenditori e coltivatori un certificato di sostenibilità, rinnovato su base annuale, che sottolinea l’impatto ambientale positivo delle RPC IFCO sulle loro attività.

Il sistema di pooling IFCO SmartCycle™ è un esempio di modello di economia circolare ben consolidato, che mira a creare una catena di fornitura più sostenibile dei prodotti alimentari freschi, ottimizzandone nel contempo l’efficienza. Garantendo la condivisione e il riutilizzo di robuste RPC secondo modalità sicure e igieniche, siamo in grado di ridurre sprechi e inefficienza. Questa è la nostra filosofia sin dal 1992.

Volete quantificare i vostri potenziali risparmi?

Tramite una serie di studi indipendenti e rapporti di stretta collaborazione e di lunga durata con la clientela, IFCO ha regolarmente dimostrato la propria abilità nel fornire soluzioni di imballaggio sostenibili e individuare potenziali fattori di efficienza in termini di costi nella catena di fornitura.

Qual è l’impatto complessivo, in termini di costi, degli imballaggi da voi utilizzati sull’intera catena di fornitura dei prodotti freschi? Se volete conoscere la risposta, rivolgetevi a noi!

Contattate IFCO oggi stesso.

Questi articoli saranno anche interessanti per voi

Stay up to date

Want the latest fresh food packaging industry knowledge delivered straight to your inbox? Subscribe to our newsletter and get the latest news, trends, articles and more!

Acconsento a ricevere comunicazioni da IFCO e al trattamento dei miei dati personali. Vorremmo contattarti occasionalmente al fine di informarti in merito ai nostri prodotti e servizi (ad esempio, via e-mail), nonché ad altri contenuti che potrebbero essere di tuo interesse. Se acconsenti, spunta la casella. Potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento. Ti invitiamo a consultare la nostra informativa sulla privacy per ulteriori informazioni in merito al trattamento dei dati personali. *
followNewsletter
Come possiamo aiutarti?